• vittoriaferla

Guidare in montagna: rischi e consigli utili per la sicurezza

L'importanza delle gomme invernali e delle catene

La montagna è bellissima, soprattutto quando è innevata, ma innumerevoli sono i rischi nel momento in cui si circola su una strada ghiacciata o in cui è presente la neve.

Per questo motivo, il cambio delle gomme, da estive ad invernali, deve avvenire prima dell'inizio dell'inverno, entro e non oltre il 15 di novembre. Nel caso in cui questo non avvenisse, e qualche ritardatario sono sicura che si celi anche tra i nostri lettori, a gennaio inoltrato, si correrebbe il rischio di una sanzione di circa 400 euro oltre alla perdita di punti sulla patente.

A livello di sicurezza: frenare, sterzare ed accelerare in queste condizioni diventa pericoloso, a maggior ragione se non si possiedono i mezzi necessari.



Come attrezzare adeguatamente la nostra auto

La prima cosa l'abbiamo già detta, sancita dalla legge ed è dotarsi dei pneumatici invernali o "4 stagioni", anche se la tenuta sarà differente perché questa seconda tipologia è una soluzione di compromesso meno performante su neve e ghiaccio. In alternativa, o a complemento, si potrebbe usufruire delle catene da neve che necessitano di essere smontare non appena la strada tornerà ad essere pulita.

Il codice Codice della Strada prevede la presenza delle catene da neve a bordo del nostro veicolo, anche se ne impone l'utilizzo solamente nel caso in cui la neve arrivi a toccare il fondo della macchina. Esse devono essere montate sulle gomme delle ruote motrici ed è possibile farlo in pochi semplici passi per i quali creeremo in futuro un tutorial.

La sicurezza sulla neve non è determinata solo dal grip sul terreno ma anche dalla visibilità. Sarà importante allora controllare il liquido lavavetri e assicurarsi che vi sia presente anche quello antigelo; togliere la neve che si è depositata sul veicolo, avendo così la visuale libera su tutti e quattro i lati.

Una nota tecnica: oltre a rimuovere la neve dai vetri è fondamentale asportare anche gli accumuli che si formano alla base del parabrezza. Spesso questi non permettono infatti ai tergicristalli di completare la loro escursione portando ad una prematura bruciatura del loro motorino.


Consigli di guida su neve e ghiaccio

Bisogna muoversi con cautela riducendo la velocità ed essendo coscienti del fatto che l'aderenza fra le ruote e la strada è bassa. Quindi, utilizzare con accortezza freno, volante ed acceleratore.

Evitare di seguire scie di altre macchine poiché in questo modo sarebbe più difficile effettuare uno scarto per evitare chi ci precede o più genericamente un ostacolo.

In salita sarà necessario cercare di mantenere la prima o la seconda marcia, senza ne perdere velocità ne accelerare in modo eccessivo generando sovrasterzi di potenza. Percorrendo un terreno pianeggiante bisognerà inserire una marcia alta. Mentre, in discesa per rallentare bisognerà scalare la marcia e non frenare in percorrenza di curva.

Molto importante è anche osservare le altre vetture per capire quali sono i punti maggiormente infidi della strada e per mantenere la distanza necessaria, poiché lo spazio di frenata aumenterà per via delle strade scivolose.





0 commenti

© 2020 by Co. Fa. Service Srl. Inforipara.com è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Torino, nr. 4 del 03/02/2020. Editore: Co. Fa. Service Srl, via Ludovico Bellardi 132/B - 10146 - Torino. Direttore Responsabile: Leonardo Repetto. All rights reserved.

  • Facebook Black Round

N° iscrizione ROC: 34128