top of page
Cerca

Pochi elementari suggerimenti per affrontare l'inverno

Le previsioni meteo ci dicono che le temperature sono in picchiata, con punte sotto lo zero termico di notte anche nelle zone pianeggianti, quindi meglio fare un rapido ripasso delle precauzioni da prendere e dei controlli da fare per non rischiare di rimanere appiedati.

Cominciamo dai vetri (parabrezza soprattutto e fanali): i rapidi sbalzi di temperatura possono causare scheggiature o aprire piccole incrinature, sulle quali bisogna subito intervenire: e se lasciamo l’auto parcheggiata all’aperto, soprattutto la notte, può essere utile proteggere il parabrezza con una stuoietta, da posizionare fra il parabrezza e i tergicristalli. Degli pneumatici abbiamo già ampiamente detto, ma a soffrire di più sono i liquidi: il liquido refrigerante (quello del radiatore) va addizionato con l’antigelo, miscelato al 50%, il liquido lavavetri va addizionato con alcool (una miscela di 30% alcool e 70% acqua evita il congelamento fino a circa -15 C°) o con un prodotto ad hoc, e bisogna fare controllare l’olio motore.

Bisogna poi ricordare che nella batteria c’è un liquido, l’acido, che se la batteria è recente ha una soglia di congelamento di circa -60 C°, ma nel caso sia parzialmente scarica (con densità dell’elettrolito bassa) la temperatura di congelamento si innalza fino a raggiungere solo -3 C°. La batteria ha un ciclo di vita di 5 anni, quindi se è più vecchia, meglio pensare di cambiarla prima che ci lasci a piedi.

E comunque è bene tenere sempre in auto un raschiaghiaccio e uno scopino, dei cavi per l’accensione della batteria, dei guanti e anche un liquido sbrinatore per le serrature. E poi ricordare sempre che serve prudenza nella guida.

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page