Riccardo Quaggio visita Auto Giannini per produrre le 20 Alfa Gt elettriche da oltre 500 cavalli

La richiesta

Nella giornata di ieri l'imprenditore illuminato, titolare di Totem Automobili, che ha prodotto il primo prototipo della vettura si è recato presso la sede di Auto Giannini in strada del Francese 132/4 a Torino per esaminare opportunità di collaborazione sul piano delle forniture tecniche in tema di battilastre e verniciatura.


La commessa sarebbe parte integrante alla creazione dei primi 20 esemplari, già tutti venduti, della Giulia GT elettrica. Una rivisitazione in chiave moderna della sportiva icona negli anni 60 del marchio del Biscione, equipaggiata con un motore elettrico in grado di sprigionare oltre 500 cavalli. Finiture moderne in chiave minimal-classic e costo al cliente finale di mezzo milione di euro. Centomila euro circa è il solo costo delle batterie per alimentare il motore.


La risposta

L'azienda Torinese Auto Giannini, presente fin dal 1966 con le proprie sedi storiche di Via Servais 88 e di Via Scapacino 2, sta valutando la fattibilità dell'intervento, partendo dal presupposto che non rientra nei core-business dell'attività; questo sebbene all'interno delle proprie sedi si sia lavorato su supercar del calibro della Alfa Romeo 8C, per il parco auto della collezione Agnelli.


"Il progetto è straordinario afferma Mino Potenza, titolare di Auto Giannini. Ma questo è un momento di grande investimento per la nostra azienda e che richiede estrema attenzione, nel massimo rispetto della ns. forza lavoro. La passione di Riccardo Quaggio e la sue capacità nel costruire questo primo esemplare, sono ammirevoli. Se potrò fare qualcosa per aiutarlo nel suo progetto, con le conoscenze acquisite in tanti anni di attività, anche nella selezione di fornitori partner, lo farò volentieri. E poi magari, a termine della filiera, le auto le verniceremo noi qui".


L'auto incredibile

Il lavoro richiesto sulla scocca è importante perché per costruire questo mezzo avveniristico si parte da degli esemplari originali di Alfa Romeo GT degli anni 60. La scocca viene poi riadattata alle nuove linee ed alle nuove esigenze tecniche di integrazione con il nuovo telaio in materiali nobili compositi.


Articolo realizzato dalla rivista Al Volante con un approfondimento sulle dotazioni tecniche del mezzo:

https://www.alvolante.it/news/totem-automobili-alfa-romeo-giulia-gt-elettrica-2020-366357


Un film sul progetto

Proprio con la rivista Al Volante Riccardo Quaggio ha imbastito un progetto importante per realizzare un film sulla vettura:

"Non si tratta solo di un prodotto di comunicazione per gli appassionati del settore ma di creare un prodotto divulgativo che parli anche di arte, design e lifestyle. Stiamo cercando di costruire qualcosa di nuovo. E questo ci è riconosciuto anche a livello mediatico. Pur non avendo fatto molto perché ciò avvenisse è innegabile che tutto il mondo, in questo momento, stia parlando del nostro progetto".


Ecco uno dei video che girano in rete sul progetto.

I sogni diventano realtà?

I numeri del progetto fanno impallidire anche gli imprenditori più navigati; ma alla base c'è un sogno forte. Quello di un ragazzo giovane, Riccardo Quaggio, che è riuscito a costruire l'auto dei suoi sogni. Che dopo aver lavorato nel centro stile di FCA, come Interior Designer e all'R&D Honda, con in tasca una laurea in Trasportation Design, va avanti per la sua strada; con le scarpe consumate di chi ne ha già fatta tanta, e le mani sporche di chi non ha mai smesso di lavorare sulle auto. Perché solo così puoi davvero sapere come devono essere fatte.


Brochure con scheda tecnica
Alfa Romeo Gt Electric
.pdf
Download PDF • 11.44MB

© 2020 by Co. Fa. Service Srl. Inforipara.com è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Torino, nr. 4 del 03/02/2020. Editore: Co. Fa. Service Srl, via Ludovico Bellardi 132/B - 10146 - Torino. Direttore Responsabile: Leonardo Repetto. All rights reserved.

  • Facebook Black Round

N° iscrizione ROC: 34128