• francescaruffino

Documenti obbligatori da tenere in auto. Occhio alle sanzioni!

Quando si viaggia è opportuno avere a bordo della propria autovettura una serie di documenti, la cui mancata esibizione potrebbe comportare, secondo l’articolo 180 del Codice della Strada, multe salate o, addirittura, il sequestro del veicolo.



Ecco i documenti obbligatori:


  • la patente di guida



  • Il libretto di circolazione



  • il certificato di assicurazione

  • il bollo blu o verde


La patente di guida (o il foglio rosa, nel caso in cui non si sia ancora ottenuta la patente, abbinato alla carta d’identità) è il principale documento da tenere con sé quando si è alla guida di un’autovettura.


Qualora si venisse sorpresi alla guida di un veicolo sprovvisti di tale documento, si dovrà corrispondere una sanzione di 39 euro, con l’obbligo di presentare la patente presso gli uffici indicati dagli agenti di polizia entro 24 ore.


In caso di furto o smarrimento occorrerà provvedere alla denuncia ottenendo così un permesso provvisorio alla circolazione.


In caso si venisse sorpresi alla guida di un veicolo con la licenza di guida revocata o scaduta si rischierà una multa che oscilla da 2.257 ai 9.032 euro.


Il libretto o carta di circolazione, contenente il numero di immatricolazione, la marca, il modello e il tipo di veicolo, il numero di carrozzeria e altri dettagli tecnici relativi alla vettura, è rilasciato dalla Motorizzazione civile e attesta l’idoneità del veicolo alla circolazione.


Qualora il libretto venisse smarrito occorrerà denunciarne la scomparsa presso un qualsiasi organo di Polizia, per ottenere un documento sostitutivo, senza il quale non si pUò circolare.


Il certificato di assicurazione, rilasciato con il contrassegno e la carta verde, riporta tutti i dati relativi alla copertura assicurativa del veicolo, quali, ad esempio, l’intestatario, numero di polizza, targa e tipologia vettura.

In caso si venisse sorpresi alla guida di un veicolo privo di copertura assicurativa, il guidatore sarà soggetto ad una sanzione che varia da 841 a 3.287 euro e al sequestro del veicolo.

Il bollino blu o verde (a seconda del tipo veicolo) è il documento relativo al controllo dei gas di scarico, i cui controlli sono disciplinati dai Comuni ed eseguiti presso officine autorizzate.



Un documento non obbligatorio, ma comunque utile è il CAI (ex modulo CID) per effettuare la constatazione amichevole e gestire un sinistro in modo rapido e direttamente col proprio assicuratore. Per vedere come compilarlo cerca la parola CAI qui su Inforipara.com e trova tutti i servizi realizzati a questo tema.

Ricordatevi quindi di controllare di avere a bordo della vostra autovettura tutta la documentazione necessaria, così da poter viaggiare senza pensieri.

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

© 2020 by Co. Fa. Service Srl. Inforipara.com è una testata giornalistica registrata al Tribunale di Torino, nr. 4 del 03/02/2020. Editore: Co. Fa. Service Srl, via Ludovico Bellardi 132/B - 10146 - Torino. Direttore Responsabile: Leonardo Repetto. All rights reserved.

N° iscrizione ROC: 34128